Un unico interlocutore per rispondere alle evoluzioni legislative
in materia di sicurezza del lavoro.

PER SAPERNE DI PIÚ
CONSULENZA SUL LAVORO

La sicurezza sul lavoro, nonostante i progressi, continua a essere uno dei temi più attuali e drammatici. Senza contare il numero impressionante di incidenti giornalieri (in questo l’Italia detiene il “primato” europeo), a preoccupare, ancora di più, è l’elevato numero di morti sul posto di lavoro.

ll mancato adempimento delle norme in materia di sicurezza sul lavoro è punito dalla legge con sanzioni amministrative e penali. Al tempo stesso,  ‘evoluzione normativa è costante ed è fondamentale per le aziende mantenersi aggiornati sugli obblighi e i rischi previsti dalla legge.

Le aziende si affidano a Naichè per espletare tutti quegli obblighi di legge legati alla sicurezza sul lavoro, non solo per la redazione di documenti necessari e obbligatori allo svolgimento di tutte le attività, ma soprattutto per inglobare all’interno dei processi aziendali, tutti i dispositivi  e le procedure di sicurezza.

Naichè fornisce la consulenza sul lavoro a partire da un’attenta analisi della situazione aziendale, evidenzia le criticità e le eventuali carenze, implementa un sistema di sicurezza integrato, tenendo conto anche della salute dei lavoratori.

Naichè segue costantemente l’azienda con incontri e sopralluoghi sul posto di lavoro, tenendo conto delle valutazioni del personale dipendente.

In particolare:

  • Analisi della situazione attuale del cliente evidenziando le criticità e le carenze rispetto a quanto richiesto dalla normativa cogente in materia di salute e sicurezza sul lavoro;
  • Implementazione di un sistema di sicurezza integrato atto a tenere sotto controllo i livelli di salute e sicurezza dei lavoratori;
  • Nomina R.S.P.P. (responsabile del servizio prevenzione e protezione);
  • Analisi del fabbisogno formativo, redazione di un piano di formazione aziendale e di un’apposita procedura al fine di verificare scadenze, efficacia ed efficienza della formazione svolta;
  • Presentazione e gestione della riunione periodica (D.Lgs. 81/08) e redazione del relativo verbale;
  • Redazione del Piano di emergenza aziendale;
  • Prove di evacuazione;
  • Aggiornamento sulle novità normative in area salute e sicurezza;
  • Aggiornamento delle squadre di emergenza;
  • Programmazione delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza.

Naichè per la consulenza sul lavoro si occupa della redazione di documenti fondamentali per lo svolgimento del lavoro nel rispetto delle leggi. ll rischio presente negli ambienti di lavoro deve essere valutato sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo riferendosi ai seguenti criteri procedurali:

  • preliminare ricognizione e identificazione delle sorgenti di rischio presenti nelle procedure di lavoro;
  • individuazione dei conseguenti potenziali rischi di esposizione in relazione allo svolgimento delle lavorazione;
  • stima dell’entità dei rischi;
  • definizione di un programma di prevenzione e delle misure di protezione da adottare. 

Tutte queste operazioni verranno integrate nel Documento di Valutazione dei Rischi (DVR), un documento dinamico che necessita di continuo aggiornamento e di essere redatto da esperti in materia;

I tecnici della Naichè collaborano con l’azienda nell’elaborazione del DVR, garantendo l’effettiva applicazione delle norme e validità del documento a fronte delle richieste da parte degli organi di vigilanza

Allo stesso modo Naichè collabora alla stesura del Documento di Valutazione dei rischi interferenti (DUVRI) e alla valutazione delle interferenze.

Il documento deve essere redatto dal datore di lavoro committente, nel caso di affidamento di lavori, servizi e forniture all’impresa appaltatrice o a lavoratori autonomi all’interno della propria azienda.

ll POS, o Piano Operativo di Sicurezza, è un documento applicabile alle aziende che operano nel campo dell’edilizia,  e consiste sostanzialmente nella descrizione puntuale delle attività che l’impresa svolge all’interno del cantiere.

[/tmq_tab]

Il controllo degli estintori è previsto con due cadenze semestrali e vengono effettuate le seguenti verifiche:

  • della presenza degli estintori;
  • che l’estintore sia chiaramente visibile ed immediatamente utilizzabile;
  • che l’accesso all’estintore sia libero da ostacoli;
  • che l’estintore non sia stato manomesso;
  • che l’estintore non risulti mancante del dispositivo di sicurezza, per evitare attivazioni accidentali;
  • che i contrassegni distintivi siano esposti e ben leggibili;
  • che il cartellino di manutenzione sia presente e correttamente compilato;
  • che l’estintore non presentì anomalie (ugelli ostruiti, perdite, tracce di corrosione, sconnessione, dei tubi flessibili etc.);
  • che la struttura di supporto ed i cartelli di segnalazione siano integri.

Inoltre vengono controllate:

  • le date di scadenza per la sostituzione dell’estinguente e per il ricollaudo del contenitore a pressione;
  • l’integrità della carica mediante misura della pressione interna con indicatore di pressione/manometro indipendente.

 

Consulenza - - Naichè - Servizi per l'impresa

DICONO DI NOI
Emmanuele Randazzo, RSPP, 3SUN Spa

“Grazie a all’utilizzo di metodologie didattiche interattive e innovative “Naichè Servizi per l’impresa Srl” è riuscita a migliorare l’apprendimento e il coinvolgimento in azienda”

Diego Maria Triaca, RSPP, Creval Spa

“Gestione puntuale e precisa dei presidi di emergenza delle oltre 200 sedi sparse nel territorio siciliano grazie alla loro officina mobile che permette di realizzare l’intera attività manutentiva direttamente sul luogo.”

Luigi Scavone, RSPP, PFIZER Spa

“Grazie alla flessibilità di “Naichè Servizi per l’impresa Srl” abbiamo ottenuto l’idoneità in tempo reale e digitalizzato il processo della gestione della cartella sanitaria.

Maurizio Cutrona, RSPP, ACCIAIERIE DI SICILIA Spa

“Diminuzione dell’indice interventistico grazie al progetto di formazione sulla sicurezza aziendale svoltosi On Site sul luogo di lavoro che sfruttava il coinvolgimento attivo dei lavoratori.”

Ultimi tweet